Reggio Calabria
 

Amministrazione Comunale di Villa San Giovanni incontra l’assessore regionale Russo sullo spostamento degli approdi a Bolano e molo di sottoflutto

L'amministrazione di Villa San Giovanni e, in particolare, il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, l'assessore Domenico D'Agostino, l'assessore Massimo Morgante, la consigliera Aurora Zito e il responsabile dell'ufficio tecnico Giancarlo Trunfio hanno incontrato l'assessore regionale ai trasporti Francesco Russo.

L'incontro si è focalizzato in primis sulla questione, ancora una volta tornata sotto i riflettori, legata allo spostamento degli approdi a sud in zona Bolano e, successivamente, sul molo di sottoflutto. Tutto il sistema della portualità villese, con annesse le tante problematiche tra cui quella fondamentale dell'inquinamento, sono state prese in considerazione valutando, con l'apporto essenziale dell'assessore Russo, quale siano i passi per arrivare al più presto a dei risultati concreti e poter consegnare alla città queste opere.

In merito allo spostamento degli approdi dal centro città in zona Bolano, la Richichi sta mettendo in atto tutti i passaggi per dare seguito alla delibera approvata all'unanimità in consiglio comunale e la Regione ha chiarito come ci sia la possibilità di reperire le risorse, la spesa prevista è di 70 milioni di euro, per realizzare il progetto che vede lo spostamento degli approdi. L'assessore Russo ha evidenziato la necessità che ci sia l'adesione di tutti i territori interessati, disposti a sposare il medesimo progetto, per dare avvio agli step successivi. Non è, dunque, una questione di fondi a bloccare il progetto già approvato dal comune di Villa. È fondamentale, secondo quanto riportato da Russo, che la città Metropolitana si adoperi ad approvare la stessa delibera, solo dopo si potrà procedere al reperimento dei fondi che, ha ribadito, non saranno un ostacolo poiché questo progetto si inserisce nella strategia complessiva che dovrebbe garantire la continuità territoriale e, dunque, il collegamento stabile sullo Stretto. Nell'attesa della realizzazione di quest'opera, sarà possibile comunque adottare una serie di misure volte a mitigare l'inquinamento ambientale, si tratta di prescrizioni che tanto la Regione quanto il Comune di Villa possono mettere in campo nei confronti delle compagnie di navigazione. Il 4 giugno ci sarà, infatti, un seminario a Catanzaro per raccogliere gli input su quelle che possono essere le misure da adottare per ridurre l'inquinamento ambientale ed acustico.

È una questione annosa che, dopo anni di promesse, è finalmente arrivata a una svolta epocale e l'amministrazione sta lavorando assiduamente, confrontandosi con la Regione, per concretizzare il sogno di liberare Villa dall'attraversamento dei mezzi pesanti.

A questo punto la delegazione Villese ha collegato un altro progetto, sottoponendolo all'assessore Russo, ovvero il molo di sottoflutto. Russo ha dimostrato piena disponibilità ad interfacciarsi anche con l'autorità portuale per la trasformazione in porticciolo turistico. È stato, però, valutato un altro fattore importante per i villesi: sfruttare gli spazi disponibili come alaggio barche per dare una risposta concreata a un'esigenza che, ormai da anni, sta mettendo in difficoltà i possessori di barche. Il problema della saturazione dei posti barca non è passato inosservato e, durante l'incontro, l'amministrazione villese ha raccolto l'impegno della Regione ad aumentarli in base alle esigenze del territorio. In particolare, su questo argomento, presto sarà organizzato un incontro con tutte le associazioni interessate per lavorare insieme alla risoluzione dell'emergenza nell'immediato per non compromettere la stagione e, successivamente, pensare alle soluzioni migliori una volta che il molo sarà completato. Inoltre, è emerso dal tavolo, la possibilità di un'interlocuzione con Anas per favorire gli interventi volti alla decongestione del traffico. La prima misura proposta è stata l'utilizzazione del sistema "Onda verde", ovvero, l'uso delle telecamere in grado di rilevare i flussi di traffico e, in base alla possibilità di congestionamento del traffico, bloccarli nelle stazioni di servizio in avvicinamento al Villa San Giovanni.

Questa è solo una misura in attesa del completamento del polmone di stoccaggio ma può certamente essere utile ad affrontare il traffico della prossima stagione estiva.

Il lavoro dell'amministrazione non si ferma e, già nei prossimi giorni, sarà possibile incontrare le associazioni per iniziare a concretizzare gli impegni presi con la Regione.