Crotone
 

Lvoratori Ekrò Scarl, Corrado (M5S) replica ai sindacati e li invita a incontro pubblico

"Vediamoci a Ponticelli: io sarò tra amici, e Voi?!" Con questo invito la senatrice Margherita Corrado replica alla nota piccata che Mammoliti, Mingrone e Tomaino hanno affidato ai media dopo la sua denuncia dell'inerzia di CISAL Fiadel rispetto alle pessime condizioni di lavoro degli addetti all'impianto di trattamento rifiuti di Ekrò Scarl.

La parlamentare si dice pronta a partecipare al tavolo dell'Osservatorio permanente sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro che Cgil, Cisl e Uil annunciano di voler convocare in Prefettura ma "gli esiti prodotti dalle ispezioni degli organi di controllo che i sindacati affermano di voler discutere", prosegue "analizziamoli nei capannoni dello scalcinato Polo Tecnologico di Crotone, e facciamo entrare le telecamere!"
"Sono certa", continua la portavoce pentastellata in Senato, "che il prossimo comunicato delle tre sigle sindacali sarà altrettanto corposo (768 parole) ma, dopo avere incontrato il personale di Ponticelli e aver visto i luoghi, le modalità e le condizioni in cui opera, conterrà più di una volta termini come lavoratore/i (1 volta) e ambiente" (0 volte).
La grave carenza di personale negli organi di controllo non può essere evocata dai sindacati per giustificare la propria accondiscendenza nei confronti di chi, per tornare al caso specifico da me lamentato, MAI richiamato – sarà un caso?! – nella lunga nota di Mammoliti, Mingrone e Tomaino, benché la Regione abbia finanziato con 4 milioni di euro l'ammodernamento dell'impianto di Ponticelli, continua a speculare non garantendo ai dipendenti condizioni di lavoro dignitose".