Rilancio aeroporti calabresi, Filt-Cgil: “Finalmente Sacal ascolta il sindacato, meglio tardi che mai”

"Abbiamo, infatti, appreso dalla stampa le ultime dichiarazioni del Presidente della Sacal De Felice il quale, seppur con ritardo, sottolinea alcune proposte per la salvaguardia del sistema aeroportuale calabrese già proposte dal sindacato in modo particolare dalla Filt-Cgil nell'ottobre del 2019.
Avevamo infatti proposto oltre 5 mesi fa, ancor prima del crollo del traffico aereo dovuto all'emergenza sanitaria, lo strumento della continuità territoriale per garantire in modo particolare gli scali di Reggio e Crotone attraverso l'imposizione degli oneri di servizio pubblico da attivare per nuove rotte sugli scali, essendoci, peraltro, ancora fondi disponibili da investire sugli aeroporti calabresi.

"Il crollo del traffico aereo in tutto il mondo è oggettivo e Lamezia non può fare eccezione. Occorre, dunque, lavorare per farci trovare pronti nel momento in cui, sicuramente non prestissimo, ripartirà l'intero sistema aeroportuale, utilizzando anche una cassa integrazione con una forma di anticipo salariale. Anche per questo teniamo oggi a dire alla Sacal, ai suoi Soci pubblici e privati, che il sindacato si dimostra ancora una volta disponibile a fare la propria parte. Adesso è giunto il momento che la Sacal e la regione pensino al futuro degli scali calabresi e dei lavoratori".
E' quanto si legge in una nota della segreteria regionale della Filt-Cgil Calabria.