Carburanti e frodi fiscali: coinvolte società con sedi in Calabria

La Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito un maxi-sequestro di beni per 60 milioni di euro nei confronti di un'associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale nel settore dei carburanti. I finanzieri del I Gruppo hanno operato, d'intesa con l'Agenzia delle Dogane, su delega della Procura della Repubblica di Napoli, nei confronti dei rappresentati legali di societa', con sedi in Campania, Lazio, Emilia-Romagna, Calabria e Sicilia. Nel luglio del 2019, nell'ambito della stessa operazione erano stati sequestrati oltre 7 milioni di litri di gasolio, scaricati nel porto di Napoli da una nave proveniente dalla Spagna - Cartagena - e battente bandiera maltese.