Elezioni regionali, il Laboratorio riformista calabrese sta con Nicola Oddati

Il Laboratorio Riformista Calabrese apprezza e condivide quanto espresso da Nicola Oddati riguardo alle elezioni regionali in Calabria e condivide l'operato del Partito Democratico teso al rinnovamento.

"Conosciamo e abbiamo profondo rispetto per la storia personale e politica dell' On. Mario Oliverio – è scritto in una nota del Laboratorio Riformista - che non può essere ricondotta alla sola legislatura da Presidente della Regione Calabria. Quella che volge a conclusione, è stata una legislatura complessa, che ha fatto i conti con inefficienze e problemi che si protraggono da tempo e su cui le risposte non sempre sono state all'altezza delle sfide che la Calabria aveva di fronte. A questo quadro si aggiungono le recenti anticipazioni dell'annuale rapporto Svimez, nonché il rapporto della Corte dei Conti, che lanciano un allarme chiaro sull'urgenza di un totale cambio di passo, nonché un cambio concreto di metodi politici e amministrativi."

"Viviamo un momento particolarmente delicato per il paese – si legge ancora nella nota - che vede l'avanzare della destra ovunque. È una destra pericolosa che fa dell'intolleranza verso le diversità la sua ragione d'essere, che cavalca le ingiustizie sociali a cui non riesce ad offrire soluzioni concrete e riduce il dibattito a meri slogan. In Calabria, dove vi sono tante disuguaglianze che potrebbero essere attratte dalla demagogia leghista, ci sono tutte le condizioni per fermare l'avanzata del minaccioso vento di destra. È, però, necessario costruire uno schieramento ampio che possa rappresentare un'alternativa riformista, di buon governo e di speranza per i calabresi."

"Per tale ragione, come laboratorio politico riformista – conclude la nota - sentiamo dovere di chiedere al governatore Mario Oliverio un passo indietro. Un passo indietro fatto per senso di responsabilità e per il bene della Calabria e che consenta di dare una proposta chiara e unitaria ai calabresi."

Appello all'unità che il laboratorio, che è nato per favorire il dialogo tra le forze riformiste della Regione, estende al Movimento 5 Stelle e allo schieramento di Carlo Tanzi.