Vibo Valentia
 

A Vibo Valentia la Settimana UNESCO di Educazione alla Sostenibilità

Educazione allo Sviluppo Sostenibile: un tema importante e di grande attualità che, nella prossima settimana, dal 18 al 25 novembre, vedrà l'Italia intera mobilitarsi per proporre azioni concrete nel promuovere valori e formare competenze, nell'incoraggiare l'assunzione di comportamenti virtuosi e diffondere saperi, sensibilità e abilità perseguendo l'obiettivo fondamentale di sensibilizzare i cittadini e le comunità ad una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali e al buon governo del territorio. Le recenti catastrofi che hanno segnato, in modo indelebile, il cammino del nostro Pianeta, sono testimonianza chiara del fatto che non c'è più tempo da perdere.

Le dinamiche ambientali non sono di certo dissociate dai fattori sociali ed economici delle comunità ed è proprio per queste interconnessioni che è stato elaborato il concetto, più ampio, di Educazione allo Sviluppo Sostenibile che non riguarda, quindi, solo l'ambiente, ma anche l'economia (consumi, povertà, nord e sud del mondo) e la società (diritti, pace, salute, diversità culturali). È un processo che dura per tutta la vita, con un approccio olistico, che non si limita all'apprendimento "formale", ma si estende anche a quello non formale e informale. L'Educazione allo Sviluppo Sostenibile tocca tutti gli aspetti della vita e i valori comuni di equità e rispetto per gli altri, per le generazioni future, per la diversità, per l'ambiente, per le risorse della Terra. Il tema specifico scelto dall'UNESCO, quest'anno, riguarda "il clima e la salute" per ricordare, non a caso, e a livello corale, che se l'uomo è stato, ed è, in gran parte responsabile dei cambiamenti climatici che interessano la Terra, gli stessi cambiamenti climatici non potranno non intaccare e compromettere il suo bene più prezioso, la Salute.

L'occasione di partecipare al circuito nazionale degli eventi non è certamente sfuggita al Dirigente Scolastico dell'Istituto Tecnico Economico "Galileo Galilei", Genesio Modesti, il quale ha accolto a braccia aperta l'iniziativa proposta dal Club per l'UNESCO di Vibo Valentia, presieduto da Maria Loscrì. Sono ben cinque gli appuntamenti organizzati al Galilei di Vibo Valentia, per l'occasione. Si partirà, infatti, lunedì 18 con la presenza di Angelica Artemisia Pedatella, ideatrice del progetto "Madre Terra", già patrocinato dall'UNESCO, e responsabile della compagnia teatrale BA17, per dare l'avvio ufficiale ai lavori della settimana che consisteranno in un approccio multidisciplinare al tema, declinato secondo le più attuali metodologie didattico-educative e comunicato, anche all'estero, mediante il ricorso ai linguaggi multimediali. Mercoledì 20, gli studenti entreranno nel vivo delle tematiche sulla salute e le variazioni climatiche, con la presenza di Vincenzo Natale, direttore del reparto di Medicina di Emergenza Urgenza di Vibo Valentia e Presidente Nazionale della SIMEU, nonché del Presidente del WWF di Vibo Valentia, Angelo Calzone. Venerdì 22 sarà la volta di Agostino Pantano, giornalista di LaC News 24, al quale è stato affidato il compito di guidare gli studenti al lavoro delle interviste, della raccolta e catalogazione delle informazioni, mentre lunedì 25 chiuderà i lavori Valentino Guido, fotografo di professione, pluripremiato in diverse kermesse nazionali e internazionali. Il tour cittadino proposto agli studenti, consentirà loro di "catturare" le immagini giuste per dare il via ai lavori della mostra su "L'albero racconta l'albero".

Un calendario ricco di eventi e di appuntamenti, organizzati anche con il patrocinio dell'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e la direzione artistica di Pasquale Lettieri, che renderà gli studenti del Galilei di Vibo Valentia, protagonisti dei percorsi formativi virtuosi che lo Sviluppo Sostenibile reclama e sottende.