Reggio Calabria
 

Autorità portuale di Gioia Tauro, Santelli: “Ministro confermi Agostinelli”

santelli conferenza stampa"Col ministro delle Infrastrutture ne abbiamo parlato, non mi ha ancora proposto il nome; per i risultati che ha avuto, mi auguro che la ministra accolga l'invito non della Regione Calabria, ma della Calabria, e mantenga l'ammiraglio Andrea Agostinelli".

Cosi' la presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, oggi al porto di Gioia Tauro per la cerimonia di maiden call per l'arrivo della motonave Sixin Msc, ha risposto alle domande dei cronisti sulla nomina del presidente dell'autorita' portuale. "Io ci credo moltissimo in Gioia Tauro - ha aggiunto Santelli - secondo me e' uno dei punti di rilancio non della Calabria ma dell'intera Italia. Dobbiamo essere i primi e possiamo farcela". 

"Gioia Tauro è la grande scommessa della Calabria. Oggi c'è di che festeggiare: al Porto è approdata una delle più imponenti portacontainer al mondo, la Msc Sixin, il cui arrivo rappresenta al meglio le grandi e altrettanto imponenti ambizioni del più importante scalo della Calabria e del Mediterraneo".

Così il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

"Quella di oggi – continua la governatrice – sarà ricordata come la giornata dell'orgoglio per un porto, quello di Gioia Tauro, che per troppi anni è stato una scommessa mancata, se non addirittura perduta. L'approdo della mega portacontainer, una vera regina del mare, dimostra invece quanto siano estese le potenzialità di uno scalo dalla cui crescita dipende lo sviluppo stesso della Calabria e del Mezzogiorno".

"Non possiamo perdere questa sfida. Vogliamo – spiega Santelli – realizzare tutte le infrastrutture necessarie per l'espansione del porto e del retroporto, ma anche una scuola di alta e media formazione per le maestranze che dovranno operare nello scalo. Il mio augurio è di poter continuare a lavorare con l'attuale commissario, Andrea Agostinelli, il cui operato e le cui competenze sono apprezzate in modo bipartisan, segno che in tutti questi anni l'ammiraglio ha lavorato bene e con determinazione. Spero che anche il governo ne prenda atto e che voglia confermarlo nell'incarico".

"È dunque partita ufficialmente – conclude il presidente della Regione – la grande scommessa Gioia Tauro. E, a differenza di quanto successo a "The big short", noi vogliamo l'Oscar come miglior film".