Reggio Calabria
 

Camera di commercio di Reggio Calabria: digitalizzazione e lavoro smart per fronteggiare l’emergenza Coronavirus

Per aiutare le imprese, i professionisti e i cittadini-utenti a far fronte alle difficoltà ed alle restrizioni dovute all'emergenza sanitaria da Covid-19, la Camera di commercio di Reggio Calabria ha riorganizzato le proprie attività, riducendo al minimo la modalità frontale nell'erogazione dei servizi, compresi i servizi allo sportello, ma garantendone la continuità attraverso la gestione a distanza e il ricorso allo smartworking, che consente l'assistenza anche da remoto da parte del personale camerale e dell'Azienda speciale IN.FORM.A.

La Camera sta promuovendo, al contempo, l'utilizzo di quei servizi online e di quegli strumenti telematici (dal portale registroimprese.it al cassetto digitale dell'imprenditore; dal SUAP alla fatturazione elettronica) che, già da tempo, rappresentano un valore aggiunto per le Camere di commercio, certamente tra le Istituzioni pubbliche più equipaggiate sul fronte della digitalizzazione.

A questa offerta di servizi telematici e strumenti digitali si è aggiunto nei giorni scorsi il servizio online di rilascio della firma digitale – Digital DNA wireless, un dispositivo di firma digitale utilizzabile sia in modalità wireless con smartphone e tablet, sia su pc attraverso la porta USB senza dover installare alcun software, che può essere richiesto direttamente da casa o dall'ufficio e che sarà consegnato in due modalità alternative: spedizione al domicilio del richiedente o ritiro presso la sede camerale, previo appuntamento concordato.

"Ci troviamo tutti ad affrontare una situazione anomala, senza precedenti, che sta sconvolgendo le nostre vite e le nostre attività, costringendoci a restare isolati, distanti, separati – dichiara il Presidente della Camera Antonino Tramontana. E il digitale, forse mai come in questo momento, rappresenta il modo per restare in contatto, per continuare a relazionarsi con il mondo, per mantenere una connessione con il mercato, per cercare di fronteggiare la crisi e per prepararsi, una volta superata questa emergenza, a rimettersi in gioco e rilanciare la propria attività. Come Camera di commercio stiamo mantenendo alta l'attenzione sui bisogni delle imprese; stiamo continuando, proprio grazie al digitale, ad assicurare servizi di assistenza e di formazione gratuite. Sono state riprogrammate ed avviate con modalità telematiche e a distanza, le iniziative legate agli asset strategici del turismo e dell'internazionalizzazione, come l'attività finalizzata alla costituzione dei Club di Prodotto, il progetto EasyExport per assistere e orientare le imprese verso i mercati internazionali e ReggioCalabriaExport la vetrina delle imprese esportatrici. E stiamo già operando anche per la fase successiva, per essere pronti ad attivare campagne straordinarie di comunicazione e di promozione che rilancino il nostro Made in Italy e il nostro turismo".

Tra le iniziative camerali legate all'emergenza, rientra la sezione dedicata, creata sul sito web istituzionale www.rc.camcom.gov.it, per informare sui provvedimenti del Governo; sulle misure di sostegno al reddito e gli incentivi del Decreto "Cura Italia per tutti i settori economici; sulla normativa per la "produzione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale"; sulle problematiche legate all'export e alla circolazione delle merci; sulle opportunità offerte dal MePA; su iniziative quali la Solidarietà digitale, alla quale hanno aderito anche imprese reggine, mettendo a disposizione gratuitamente servizi e soluzioni digitali a beneficio della collettività.

Nella sezione web sull'emergenza, trova spazio anche la collaborazione tra Prefettura e Registro Imprese per l'attuazione delle disposizioni contenute nel DPCM 22 marzo 2020 e nel successivo Decreto MISE del 25 marzo 2020, che hanno operato lo stop di una serie di attività produttive e commerciali. Alla Prefettura, che si avvale per questa attività della collaborazione del Registro Imprese della Camera di commercio, è assegnata la valutazione sulla sussistenza delle condizioni attestate dagli operatori economici nelle comunicazioni di prosecuzione di alcune attività ulteriori rispetto a quelle già direttamente consentite dai due decreti ed individuate dai rispettivi codici Ateco (di classificazione delle attività economiche). Queste ipotesi riguardano: a) le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività autorizzate, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali; b) gli impianti a ciclo produttivo continuo. All'esito della valutazione potrà essere disposta la sospensione dell'attività stessa, laddove non si ravvisi l'effettiva legittimazione a proseguire l'attività.
Ad oggi, sono più di 100 le comunicazioni inviate alla Prefettura e, per conoscenza come prevedono le disposizioni, alla Camera di commercio di Reggio Calabria.

Tutti gli uffici camerali stanno continuando a garantire i servizi ordinari e nello stesso tempo a svolgere le attività di natura straordinaria legate all'emergenza.

Il Registro Imprese, oltre alla collaborazione attivata con la Prefettura, sta proseguendo nell'ordinaria attività istruttoria di tutte le pratiche telematiche trasmesse dai professionisti e dalle associazioni imprenditoriali, con l'intento di fornire una risposta ancora più tempestiva alle esigenze pubblicitarie e di aggiornamento delle imprese in questo momento di emergenza.

L'ufficio Internazionalizzazione, seppur investito del nuovo compito di attestare, su richiesta delle imprese, la causa di forza maggiore in caso di ritardi nelle consegne internazionali conseguenti all'emergenza sanitaria, sta continuando a garantire la regolare emissione dei certificati di origine e dei documenti per l'estero, così come il normale svolgimento delle attività previste dal progetto EasyExport, con il supporto del TES-Temporary Export Manager che assiste le imprese con incontri a distanza tramite videochiamata Skype o Google Meet.

Il Punto Impresa Digitale della Camera continua ad erogare i propri servizi, anche in questa fase di emergenza, offrendo assistenza da remoto e corsi di formazione in modalità webinar, per supportare le micro e piccole imprese che non hanno strumenti per accedere al mondo digitale e per aiutarle ad implementare metodologie di lavoro agile, orientandole nelle soluzioni da adottare per rimanere operative.