Reggio Calabria
 

Reggio: l'Amministrazione continua il suo percorso verso l’approvazione definitiva del Piano Strutturale Comunale

Si è conclusa ieri la fase degli incontri programmati sul territorio con cui l'Amministrazione guidata dal Sindaco Falcomatà su iniziativa dell'Assessore al ramo Arch. Mariangela Cama, ha voluto condividere con la cittadinanza, con i professionisti e tutti i soggetti interessati, ulteriori momenti di conoscenza ed approfondimenti del Piano Strutturale Comunale adottato dal Consiglio Comunale lo scorso 11 gennaio.

L'importante azione di partecipazione messa in campo dall'Amministrazione, che ha registrato l'unanime consenso favorevole da parte dei numerosi convenuti, ha contribuito grazie anche alla costante presenza dei progettisti del Piano, dei geologi incaricati e dell'Ufficio comunale, alla conoscenza e divulgazione della visione di città attraverso il nuovo strumento urbanistico, in fase di deposito fino al 20 febbraio prossimo per eventuali osservazioni e proposte.

Sono state lanciate, inoltre, iniziative che l'Amministrazione attiverà da subito in sinergia con gli Ordini e Collegi provinciali, con l'Università, con l'INU e tutti i soggetti ed associazioni interessati, quali workshop di accompagnamento e di sperimentazione delle modalità attuative del Piano nelle more dell'approvazione del Piano Operativo Temporale, al fine di contribuire in modo fattivo e costruttivo all'approvazione del PSC che - come dichiara l'Assessore Cama - "non è più procrastinabile per un territorio che si nutre da troppi anni di pura anarchia urbanistica, ombrosa e per questo suscettibile di forme di illegalità diffusa ed incontrollata", ed al fine di trovare soluzioni in linea con la normativa vigente, per la crescita sociale, culturale ed economica della città ed il bene della collettività.

A conferma della conclamata trasparenza e ricerca di condivisione messi in atto dall'amministrazione comunale nel processo di pianificazione del Piano Strutturale Comunale, l'Assessore Arch. Mariangela Cama con particolare tempestività ha incontrato presso gli uffici dell'Urbanistica, il Presidente ANCE geom. Francesco Siclari, al fine di dipanare i dubbi rappresentati nella missiva inoltrata qualche giorno fa unitamente a Confindustria, relativamente ai presunti effetti negativi del Piano, adottato lo scorso 11 gennaio dal Consiglio Comunale.

Presenti all'incontro il RUP del PSC arch. Alberto di Mare, il Responsabile del Servizio Edilizia privata Arch. Santo Coppola, la Prof. Francesca Moraci quale progettista del Piano con i collaboratori Arch. Ornella Fazia e arch. Natale Palamara. Per Ance presenti l'ing. Domenico Sapia e l'Arch. Filippo De Blasio. Presente, inoltre, il geom Familiari.

L'Assessore Cama ha illustrato e ripercorso le forme di partecipazione messe in atto dall'Amministrazione comunale nell'ambito dell'iter di formazione del piano secondo quanto disposto dalla legge regionale urbanistica, che hanno visto l'ampio coinvolgimento nella conferenza di pianificazione di tutti i soggetti pubblici e privati portatori di interesse, tra i quali ANCE e Confindustria, i cui contributi sono stati presi in considerazione, unitamente agli altri, ai fini dell'implementazione del documento definitivo del Piano adottato.

Ha altresì comunicato, con riferimento alle preoccupazioni sollevate dalle Associazioni in merito alla definizione delle pratiche giacenti presso il settore comunale a seguito dell'entrata in vigore delle misure di salvaguardia, che l'Ufficio con l'intento di assolvere a doverosi canoni di legittimità, trasparenza, equità e celerità, già dalla prossima settimana procederà nell'ambito delle attività del comitato tecnico all'uopo istituito anche con la partecipazione dei rappresentanti designati dagli Ordini provinciali Architetti, Ingegneri e Geometri, all'individuazione di puntuali e precisi criteri di valutazione ed applicazione delle misure di salvaguardia di cui all'art. 60 della LR 19/02 e art. 12 del DPR n. 380/01.

Il Presidente Siclari fiducioso e soddisfatto dell'incontro costruttivo, rappresentando la sua condivisione all'approvazione del nuovo strumento urbanistico, ha sottolineato il carattere d'urgenza delle istanze in giacenza in applicazione delle premialità fiscali con sismabonus ed ecobus, in scadenza al 31 dicembre 2021, e chiesto pertanto la loro celere trattazione.