Reggio Calabria
 

Reggio, ortodonzia e pediatria: incontro tra professioni all’ordine dei medici

"Ortodonzia e pediatria": questo il tema di una giornata di studio promossa dall'Ordine dei Medici di Reggio Calabria e Asio (Associazione Specialisti Italiani Ortodonzia) con la collaborazione con la sezione provinciale reggina della Federazione Italiana Medici Pediatri e la Commissione Pediatria dell'Ordine. Il corso è nato da un progetto dell'ASIO che ha elaborato una presentazione digitale, da diffondere in tutta Italia, in cui si sviluppano in modo didattico e pratico i principali argomenti ortodontici di interesse pediatrico. Il format approvato dalla Presidenza Nazionale della FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) ha incontrato il parere favorevole della Commissione Pediatria e Istituzioni della Provincia di Reggio Calabria che ne ha favorito l'attuazione.

«Nei convegni pediatrici – ha affermato il coordinatore della Commissione Pediatria presso l'Ordine dei Medici di Reggio Calabria, dr Domenico Capomolla, dopo i saluti istituzionali del Presidente dell'Ordine, dr Pasquale Veneziano – si parla poco di ortodonzia ed oggi è una grande occasione per ottenere delle preziose informazioni da spendere nella nostra attività giornaliera. La prevenzione, in questo settore, è importante per le sue implicazioni sul piano estetico, della masticazione e fonatorio».

«L'evento di oggi – ha sottolineato il Segretario Regionale della Federazione Italiana Medici Pediatri per la Calabria, dr Antonio Gurnari – fa parte di un progetto che, finalmente, oggi, arriva a Reggio Calabria andando ad affrontare un argomento su cui, attualmente, c'è maggiore sensibilità da parte di pediatri e famiglie».

«Questa iniziativa – ha aggiunto il Segretario regionale della FIMP – darà l'opportunità di apprendere delle preziose linee guida a cui uniformarsi. Inoltre, cercheremo di intercalare questo tema all'interno dei futuri incontri formativi dedicati ai pediatri».

Relatrice unica della giornata di studio è stata la dr. ssa Domenica Germanò, socio dell'Associazione specialisti italiani ortodonzia.

«La collaborazione con il pediatra – ha affermato la rappresentante dell'ASIO - è fondamentale per lo specialista in Ortodonzia, che si occupa della crescita, dello sviluppo e della funzione dell'apparato masticatorio e della risoluzione delle malocclusioni, mediante l'applicazione di apparecchi intraorali. Un pediatra attento e tempestivo nella segnalazione di sospetto di alterazione o anomalie di crescita dentofacciali e/o malposizioni dentali, può favorire un intervento precoce e opportuno da parte dell'Ortodontista con minore disagio per il paziente e maggiori possibilità di risultato».

«Il supporto del Pediatra - ha aggiunto la dr.ssa Domenica Germanò - nel sostenere l'importanza di una corretta alimentazione, di una corretta igiene orale e della cura della carie anche dei denti da latte, agevola il lavoro dello specialista in ortodonzia per il mantenimento e il raggiungimento della salute orale del bambino».

«L'ASIO – ha concluso la relatrice - raccomanda per i bambini una visita ortodontica prima dei sette anni di età, perché il contatto precoce consente al bambino di vivere l'incontro con serenità e lo Specialista in Ortodonzia può osservare se ci sono problemi nella crescita cranio facciale e nella salute dei denti. I problemi ortodontici intercettati precocemente permettono maggiori scelte terapeutiche e la possibilità di impostare i trattamenti nell'età più idonea agli spostamenti ortopedici e ortodontici».