Cosenza
 

Corigliano Rossano (Cs), la giunta comunale chiede la proroga del servizio Sprar

"Dalla nigeriana 26enne in dolce attesa al nucleo familiare con 6 bambini fino alla donna vittima di tratta. – Sono, questi, solo alcuni dei casi e delle esperienze umane che in questi mesi sono stati presi in carico dallo staff di professionisti, psicologi, mediatori culturali, educatori, equipe multidisciplinare a capo della cooperativa che si è aggiudicata il progetto. Dare continuità al percorso importante non solo dal punto di vista dell'integrazione sociale degli ospiti inseriti nel programma, ma anche della formazione e dell'esperienza maturata da quanti vi hanno lavorato". È quanto dichiara l'assessore alla Città della Cultura e della Solidarietà del Comune di Corigliano Rossano, Donatella Novellis, informando con il sindaco Flavio Stasi che la Giunta ha approvato nei giorni scorsi la delibera attraverso la quale si chiede la proroga del servizio Sistema di Protezione dei Richiedenti Asilo e dei Rifugiati (SPRAR) e Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati (Siproimi), per il triennio 2020/2022.

In scadenza nel prossimo mese di giugno il progetto con l'originaria Città di Rossano è stato finanziato dal Ministero dell'Interno nell'ambito del Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo, per la predisposizione dei servizi di accoglienza.