Cosenza
 

Ecco l’associazione di autotutela “Stop Discariche a Cassano Ionio”

Si è riunita martedì 17 settembre l'assemblea del Comitato Stop Discariche a Cassano Ionio. Dopo attenta analisi, si è stabilito di abbandonare la strada del comitato per costituire ufficialmente un Associazione di Promozione Sociale con principi di Autotutela dei cittadini e con lo scopo di evitare la costruzione di ulteriori discariche, con particolare riguardo alla quinta buca della discarica di contrada La Silva, ma soprattutto con l'intendo di porsi come promotore di proposte e soluzioni condivise dalla cittadinanza in merito alla vicenda dei rifiuti solidi urbani.

Per questi motivi, l'associazione di autotutela "Stop Discariche a Cassano Ionio", opererà sul territorio cercando un costante e pacifico confronto con le Istituzioni, gli Enti pubblici e privati che gestiscono servizi per i cittadini. Allo stesso tempo il neo associazione opererà per sensibilizzare l'opinione pubblica con iniziative di vario genere.

Nei prossimi giorni, il percorso della nuova associazione ci porterà a stabilire le cariche sociali ed i tavoli tematici.

La discussione è poi proseguita con varicontributi, con particolare riguardo all'intervento di due candidati sindaco e un consigliere regionale, che hanno espresso la loro netta contrarietà alla costruzione della quinta buca.

Molto interessante l'intervento dell'agronomo Pietro Palazzo il quale, oltre ad aver esposto gli eventuali rischi connessi alla presenza di discariche ha invitato la nascente associazione a difendere le colture biologiche, che rappresentano l'80 % delle colture della zona.

L'assemblea ha altresì deliberato di chiedere un incontro ai Commissari Prefettizi del Comune di Cassano Ionio, per metterli al corrente della formazione della nostra Associazione e per chiedere tutti gli atti amministrativi relativi alla questione discarica La Silva.

Nell'attesa di organizzare una grande manifestazione pubblica, l'associazione si è data appuntamento alla settimana prossima.