Cosenza
 

Cosenza, Comitato Alberi Verdi: "Cemento su piante Santa Teresa, azione imperdonabile"

"Abbiamo appreso dai media locali che a Santa Teresa è stato messo in atto l'ennesimo oltraggio agli alberi cittadini. Ignoti hanno coperto di cemento la base di due alberi che si ergono su un marciapiede della piazza, quella stessa che ha visto sacrificare tanti alberi in occasione dei lavori, voluti da questa amministrazione comunale, sul piazzale antistante la chiesa. Il nostro comitato aveva, in quella occasione, protestato veementemente per l'eliminazione di alcune magnolie e per il taglio di una settantina di alberi nelle immediate vicinanze, mai più sostituiti. Ma si sa, chi ci amministra non si cura del verde, anzi lo massacra".
Lo si legge in una nota del Comitato Alberi Verdi di Cosenza.

"Nessuno ha voluto darci ascolto, né in quella occasione, né quando abbiam denunciato tutti gli altri tagli e scempi compiuti ai nostri alberi negli ultimi otto anni. Abbiamo, dunque, pensato di piantare alcuni alberi in città, lo abbiamo fatto chiedendo l'autorizzazione al comune – che invece senza criterio li elimina – e li curiamo di persona. Venire a conoscenza, dunque, che qualcuno ha attentato alla vita dei due alberelli per chissà quale motivo ci indigna. Ci indigna anche aver visto l'aiuola di un terzo albero, vicinissimo agli altri due, ricoperta di grosse pietre, un viscido tentativo per tentare di soffocare l'albero. Appare chiaro che c'è qui, come in tutta la città, la volontà di eliminare gli alberi che possono dar fastidio ai vari esercizi commerciali e un esempio lampante è costituito da corso Plebiscito, sulla cui balconata sono stati eliminati gli altissimi e storici lecci per dare la possibilità ai ristoratori della zona di piazzare sedie e tavolini e fare affari sulla pelle di tutti. Come si può pensare di eliminare gli alberi che sono la nostra vita? Lo sanno i signori commercianti e soprattutto chi ci amministra, che senza alberi moriremmo tutti? Leggono, questi signori, le notizie negative che provengono dal mondo, malsano, sempre più inquinato e depauperato del suo patrimonio forestale? E infine, sanno che gli alberi sono di tutti e non solo del comune o dei commercianti?

Alberi Verdi ha deciso da tempo di boicottare tutte le attività commerciali che arbitrariamente hanno eliminato gli alberi di fronte ai propri locali e invita la popolazione a fare altrettanto. Ma la nostra battaglia non finisce qui, infatti, non solo saremo sempre attenti ad ogni scempio che si vorrà commettere, ma saremo pronti a piantare alberi ovunque.

Manifestiamo ora la nostra soddisfazione per la celere risoluzione di quanto avvenuto a Santa Teresa: in sole ventiquattr'ore, il cemento e le pietre alla base dei tre alberi sono stati eliminati completamente. Ora aspettiamo non solo che vengano tolte le due lastre di cemento su via Parisio - di fronte ai locali della movida e a un passo da Santa Teresa - con cui sono state coperte le aiuolette di alcuni alberi che hanno tagliato, per piantarne di nuovi, ma anche che si faccia luce su ciò che è accaduto, perché in zona ci sono molte telecamere e scoprire chi è il "cementificatore di alberi" è davvero un gioco da ragazzi. Basta volerlo".