Cosenza
 

Morcavallo: “Il Comune di Cosenza non paga gli straordinari ai dipendenti”

"Non c'è nulla di più grave del non essere retribuiti per il lavoro svolto!

Purtroppo, nella casa comunale, alcuni dipendenti municipali aspettano, ancora, di vedersi retribuiti i servizi lavorativi resi nell'anno 2017.

I dipendenti municipali si sono anche rivolti ai sindacati, ma nulla è stato risolto.

I servizi resi, e non retribuiti, riguardano prestazioni straordinarie avvenute nell'ultimo trimestre del 2017 cioè, nei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

Ogni datore di lavoro, sia pubblico che privato, dovrebbe avere un fondo liquidità con cui pagare lo straordinario effettuato dai suoi dipendenti; quindi, mi chiedo, perché ai dipendenti municipali non sono stati retribuiti i servizi straordinari resi?

Pertanto, chiedo, ai dirigenti preposti, chiarezza riguardo a questa annosa situazione.

Sarà mia premura, recarmi presso gli uffici competenti e chiedere se ci sono eventuali motivi ostativi, in caso contrario si assumeranno la responsabilità per il mancato versamento.

Dopotutto, "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro" e "La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni".

Sempre secondo la Costituzione italiana, l'articolo 36 afferma: "Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa."

Non possiamo far sì che tali ingiustizie si compiano, sarebbe un segnale altamente negativo che creerebbe un senso di sfiducia dei cosentini nei confronti di coloro i quali dovrebbero invece tutelarli.

Bisogna risolvere questa incresciosa situazione, fornendo, ai dipendenti municipali le cifre che gli spettano per il lavoro straordinario effettuato". Lo afferma Enrico Morcavallo (capogruppo Grande Cosenza).