Catanzaro
 

Catanzaro, Mancuso: "Affrontare gestione chioschi su territorio comunale"

"Stabilire al più presto dei criteri di intervento sui chioschi e sulle strutture analoghe che versano in stato di abbandono all'interno del territorio comunale".

È quanto ha affermato il consigliere comunale Filippo Mancuso, del gruppo Catanzaro con Abramo.

"Come ho avuto modo di ribadire nell'ultima seduta del Consiglio comunale – ha aggiunto -, è necessario che il settore Patrimonio valuti, al più presto, la possibilità di avviare le procedure amministrative più adeguate onde evitare che numerose strutture non solo rimangano inutilizzate pur occupando il suolo pubblico, ma deturpino anche l'immagine di alcuni luoghi della città".

"Non si può consentire che, oltre al danno, ci sia la beffa che chioschi abbandonati diventino dei ricettacoli di immondizia e degrado. Se non è possibile per la casse comunali incamerare gli oneri concessori in capo ai privati, l'ente dovrebbe attivarsi per valutarne l'acquisizione nel suo patrimonio al fine di destinarli a servizi di utilità per i cittadini. Nel mio intervento – ha proseguito Filippo Mancuso - ho fatto alcuni esempi concreti: per quanto riguarda il chiosco di via Lucrezia della Valle sarebbe opportuno mettere fine al contenzioso in atto con il privato e, dopo l'acquisizione al patrimonio dell'ente (con il congruo riconoscimento del precedente investimento dell'operatore), metterlo a bando. Sulla struttura di Lido avevo proposto che potesse diventare un presidio per la Polizia locale (ancora non presente nel quartiere marinaro nonostante una risoluzione ampiamente condivisa dello stesso Consiglio comunale) oppure, in alternativa, un info-point stabile per fornire a visitatori e turisti un riferimento fisso per l'esplorazione dell'area e della città. Aggiungo che per gli altri chioschi messi a bando, le cui gare sono andate deserte, l'amministrazione dovrebbe riprovarci migliorando i requisiti dell'avviso per trovare i concessionari".

"La problematica della gestione dei chioschi sull'intero territorio comunale deve essere affrontata con risolutezza. Pertanto – ha concluso Filippo Mancuso - confido nell'impegno che l'assessore al Patrimonio ha assunto in aula per confrontarsi al più presto con il dirigente e con l'ufficio di riferimento in modo che si individui una soluzione tecnica condivisa che ponga effettivamente mano al problema".