Catanzaro
 

Vacant Lab, presentato a Lamezia Terme il progetto di accademia teatrale nelle scuole

Presentato a Lamezia Terme Vacant Lab: un progetto laboratoriale interscolastico che punta alla formazione di un'accademia teatrale permanente. Si tratta di una proposta esemplare ed ambiziosa, che nasce dall'inziativa di Nico Morelli - presidente dell'associazione teatrale I Vacantusi - di aprire una collaborazione tra le scuole e il mondo del teatro.Vancant Lab - finanziato con fondi regionali Pac - coinvolgerà gli studenti del Liceo Campanella e del Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme e sarà realizzato da Pierpaolo Bonaccurso, direttore artistico di Teatrop, in collaborazione con Angela Gaetano, attrice e responsabile dei laboratori della rassegna "Vacantiandu".
La presentazione del progetto si è tenuta al Liceo Campanella in una conferenza stampa moderata da Giovanna Villella, alla presenza di: Nico Morelli, presidente dell'associazione teatrale Vacantusi; Pierpaolo Bonaccurso, direttore artistico di teatrop; Angela Gaetano, responsabile dei laboratori "Vacantiandu"; Giovanni Martello, dirigente scolastico del Liceo Campanella; Teresa Goffredo, dirigente scolastico Liceo Scientifico Galilei; le docenti Patrizia Gatti, referente progetto Liceo Galilei, e Licia Di Salvo, referente progetto Liceo Campanella.

Vacant Lab è la dimostrazione di quanto l'educazione al teatro sia un punto cardine per i Vacantusi, che già da diverso tempo hanno rivolto la loro attenzione ai giovani, alle loro attitudini e aspirazioni al di fuori dei programmi didattici. Negli ultimi anni, infatti, sono stati realizzati dei percorsi di studio teatrale nelle scuole e sono andati in scena gli esiti dei laboratori. Quest'anno per la prima volta i partecipanti di Vacant Lab verranno selezionati tramite delle audizioni tenute dai referenti dei laboratori nelle scuole. «Forte passione, dedizione energia e profondità sono le caratteristiche che abbiamo notato subito nei ragazzi – commenta positivamente Nico Morelli, spiegando quanta motivazione abbiano già riscontrato nel primo incontro con gli studenti, e continua – nei laboratori verrà curata anche la parte di scenografia e costumi, l'idea è quella di dare vita ad una produzione teatrale a tutti gli effetti».
Il sodalizio tra il teatro e le scuole lametine viene promosso, inoltre, con l'iniziativa "Vi Invito a Teatro" che prevede cento posti riservati agli studenti (delle scuole che vorranno aderire) completamente a titolo gratuito per l'intera stagione. Una possibilità importante per i giovani interessati alla cultura e al teatro, che potranno godere di spettacoli di levatura nazionale e internazionale.
Vacant Lab, dunque, è un laboratorio per gli studenti che funge da progetto di collaborazione costante tra le istituzioni scolastiche e le realtà teatrali.
«Il talento si coltiva anche a scuola» hanno sottolineato le docenti Gatti e Di Salvo, referenti dei laboratori, ed entrambi i dirigenti scolastici presenti, Martello e Goffredo, hanno confermato la loro apertura e predisposizione ad accogliere proposte culturali extradidattiche, poiché fondamentali per una formazione che tenga conto anche dell'intelligenza emotiva dei ragazzi. La conferenza stampa si è conclusa con l'intervento del dirigente Martello: «spesso le scuole sono incentrate sui programmi e sui voti e valutano solo l'aspetto cognitivo trascurando quello emotivo degli alunni. Il teatro, invece, entra nell'intimo e nell'emotività delle persone. E solo con un'educazione che prende in considerazione l'individuo in tutti i suoi aspetti si possono formare nuovi cittadini consapevoli».