Catanzaro
 

Assemblea lavoratori UIL ex impresa Mazzitelli Spa

Si è tenuta nei giorni scorsi, presso la sede dell'UIL di Soverato, una concitata assemblea sindacale alla presenza di tutti gli ex dipendenti dell'impresa "Mazzitelli" - oggi Costruzioni Generali Srl - iscritti alla Feneal Uil, ai quali, dopo 17 anni di attesa, non è stato riconosciuto alcun diritto, nonostante tre gradi di giudizio vinti nelle cause intentante nei confronti dell'azienda. La ex "Mazzitelli", infatti, nonostante sia risultata soccombente in primo e secondo grado di giudizio e davanti ai giudici di Cassazione, ancora oggi, non ha inteso versare neanche il Tfr maturato dalle maestranze, a prescindere dai procedimenti legali.

È utile ricordare che è stata sollecitata ai lavoratori, impegnanti nella costruzione della Trasversale delle Serre, una proposta economica transattiva da parte del legale della impresa Costruzioni Generali Srl per chiudere l'annosa vicenda.

I lavoratori hanno rivendicato, per chiudere, stanchi ed e sperati, circa il 70% del dovuto, che comprendeva: la paga delle mensilità assegnate loro dalle sentenze definitive sancite dai diversi gradi di giudizio, la rivalutazione legale fino all'anno 2007, rimanevano esclusi dal conteggio: il mancato reintegro, la rivalutazione monetaria ad oggi ed il Tfr maturato.

Nella interlocuzione, il legale della ex impresa "Mazzitelli spa" rigettava la proposta formulata dai lavoratori ed inviava una sua proposta, quantificata in circa 20% delle somme dovute con esclusione del mancato reintegro, rivalutazione monetaria ed il Tfr.

In questa lunga e snervante vicenda l'Anas, anche nella qualità di ente appaltante, che cosa ha fatto e cosa intende fare?

L'interrogativo è d'obbligo, in quanto l'articolazione territoriale del Ministero del lavoro cioè il suo organo ispettivo, pare abbia diffidato l'Anas a non erogare più alcun Sal, in quanto mancavano i versamenti alla Cassa Edile di Catanzaro e forse anche i contributi previdenziali dovuti all'Inps. Sta di fatto che le somme che dovevano essere accantonate in Anas non ci sono più, e non sappiamo altro.

Dopo oltre 17 anni, i lavoratori, tramite i rappresentanti sindacali della Feneal Uil, hanno presentato istanza di chiarimento alla Procura della Repubblica di Catanzaro. Pertanto l'assemblea dei lavoratori, ha deciso che, qualora nei prossimi giorni non vi sarà alcuna novità, i lavoratori si auto-convocheranno in assemblea permanente davanti la sede dell'Anas per rivendicare il proprio diritto a percepire quanto dovuto e manifestare il proprio disagio anche alla società civile.

Inoltre, l'assemblea ha dato mandato ai rappresentanti sindacali per chiedere un incontro presso la Procura della Repubblica di Catanzaro, per essere ascoltati sull'intera vicenda.