Catanzaro
 

Catanzaro, acqua non potabile in Via Genova e nell'area del Parco della Biodiversità

A seguito dei risultati delle analisi effettuate sui campioni prelevati dall'unità operativa igiene degli alimenti e della nutrizione dell'Asp, dai quali risulta la non conformità al parametro del ferro, il sindaco Abramo ha disposto con un'ordinanza il divieto di utilizzo per il consumo umano dell'acqua erogata in via Genova, nel quartiere Lido, dalla rete idrica comunale.

In particolare, l'acqua non dovrà essere utilizzata per uso alimentare, lavaggio e preparazione degli alimenti, igiene orale, lavaggio stoviglie o utensili da cucina, lavaggio apparecchiature sanitarie, lavaggio oggetti per l'infanzia. Può invece essere usata per la pulizia della casa, per il funzionamento degli impianti sanitari e per l'igiene della persona esclusa l'igiene orale. Con lo stesso provvedimento, il sindaco ha disposto che la ditta appaltatrice del servizio di manutenzione delle rete idrica comunale esegua le analisi sul tratto interessato al fine di individuare le cause della non conformità ed i provvedimenti necessari per la regolarizzazione dei requisiti richiesti.

PARCO DELLA BIODIVERSITA'

Vista la comunicazione da parte della stessa Asp relativo all'esito sfavorevole di controlli effettuati su un campione di acqua prelevato da una fontana pubblica del Parco della Biodiversità, il dirigente del settore gestione del territorio, Guido Bisceglia, con un'ulteriore ordinanza ha disposto la sospensione dell'utilizzo dell'acqua per scopo potabile della rete idrica a servizio esclusivo del Parco della Biodiversità. Con lo stesso provvedimento è stato disposto che il Presidente della Provincia avvii tutte le indagini necessarie al fine di individuare ed eliminare le cause che hanno determinato la non potabilità dell'acqua. I divieti restano, dunque, in vigore fino all'esito di nuovi esami.