Catanzaro
 

Catanzaro, Riccio: "Pulizia spiagge prevista il primo maggio, se ne facciano una ragione gli alfieri di interessi privati"

"E' sicuramente colpa del fantasma Formaggino. Cosa? Qualunque cosa accada nella città di Catanzaro ed in particolare all'interno del Comune Capoluogo di Regione è sempre colpa di una manina invisibile. Questa volta la manina invisibile ha addirittura lanciato tuoni, fulmini e saette, così potenti da impedire la pulizia delle spiagge che, per legge, deve essere fatta entro l'inizio della stagione estiva, fissata, sempre per legge il 1°maggio. Evidentemente l'amministrazione comunale ha temuto talmente l'ira di Giove Pluvio da fermarsi davanti alla normativa degli esseri umani scritta su carta. tant'è." Lo scrive il consigliere comunale Eugenio Riccio in una nota.

"E ora? In attesa di ricevere il favore di tutti i Numi dell'Olimpo, che pure erano giusti punendo aspramente chi sbagliava, aspettiamo una mossa da parte della burocrazia e della Politica di governo di palazzo De Nobili. Davanti a cotanta ammissione di responsabilità da parte di, ci permettiamo di dirlo con rispetto, "un'imprudente" dichiarazione dei colleghi Ursino e Levato, bisogna ora prendere provvedimenti e magari attivare tutte le procedure necessarie per comminare le giuste sanzioni alla ditta che non ha ottemperato ad un termine di capitolato e ai dirigenti o funzionari che non hanno controllato che l'obbligo venisse soddisfatto, poichè in atti, non risultano sollecitazioni anteriori al 1°maggio alla ditta stessa. Senza dimenticare che più volte in Commissione, il sottoscritto, che non ritiene di far parte dell'Olimpo ma che si accontenta di vivere tra gli umani, ha portato l'argomento pulizia degli arenili, all'attenzione dei colleghi e degli organi competenti, Anche Giove Pluvio, davanti a tanto si metterebbe le mani nei capelli e sarebbe impietoso nel suo giudizio. Al punto che, allora sì, potrebbero scatenarsi fulmini e saette".