Calcio
 

Reggina "umana", merito della Viterbese: Denis consegna la decima vittoria consecutiva

20190827 121921di Paolo Ficara - Una notizia buona ed una cattiva. Quella cattiva è che Corazza non ha segnato, e già questo fa capire fino a che punto la Viterbese abbia messo in difficoltà la Reggina. È servito un calcio di rigore per consentire a German Denis di sbloccare la contesa all'86', portando a casa la decima vittoria consecutiva in campionato. Amaranto meno in palla del solito, messi in difficoltà da una squadra che ha chiuso tutti i varchi.

LE SCELTE – Reginaldo confermato in avanti come spalla di Corazza. Sulla trequarti, come quasi sempre avvenuto in casa, c'è Bellomo dal primo minuto. Per il resto si procede con la formazione tipo. Calabro si affida ad un 3-4-2-1 che diventa 5-4-1 in fase di non possesso. Volpe, unico riferimento centrale, è bravissimo nel far salire la squadra e nel creare occasioni da solo.

POCHI LAMPI – Un sinistro di Corazza, innescato in profondità da Reginaldo, si perde alto. Bravo Markic a portare l'attaccante amaranto sul piede debole. Sembra l'inizio del solito festival di occasioni, fino a trovare il vantaggio. Invece è Volpe il primo a trovare lo specchio, dopo aver liberato bene il sinistro in area: Guarna attento, tiro comunque scoccato da posizione angolatissima. Sugli sviluppi di un corner. È Garufo dalla lunga distanza ad impegnare il giovane Vitali in una parata a terra. Si va all'intervallo senza particolari lampi, merito soprattutto di una Viterbese attenta e che perde pochi duelli.

FORZE FRESCHE – Denis e Sounas rilevano all'intervallo Reginaldo e Bianchi. El Tanque produce subito una giocata atta a liberare Bellomo, il cui destro sibila di poco a lato alla destra di Vitali. La Reggina spinge tantissimo soprattutto a destra, come consuetudine, ma i continui cross sono arginati dai tre centrali Baschirotto, Atanasov e soprattutto Markic. Ci prova anche la Viterbese, prima con Volpe che resiste a vari contrasti ma trova il balzo di Guarna sul suo destro; poi con Besea, il cui stacco di testa su corner si perde di poco a lato.

RIGORE – Gli amaranto sembrano calare col passare dei minuti, ma si rivela decisivo il cambio di modulo simultaneo all'ingresso di Paolucci per Rolando. Il lancio di De Rose è proprio per l'ex Monopoli, che impatta subito il pallone per anticipare l'uscita a valanga di Vitali. La conclusione finisce fuori, ma l'arbitro punisce l'irruenza del portiere laziale nell'uscita e fischia il rigore. Siamo all'86' quando Denis piazza un pallone pesantissimo dal dischetto: destro forte ed angolato, Vitali battezza l'angolo giusto ma non può nulla. È 1-0.

REGGINA "UMANA" - È chiaro come le forze fresche della Reggina siano di altro livello rispetto ai giocatori messi in campo da Calabro nella ripresa, soprattutto per levare i già ammoniti De Falco e Bezziccheri. Una super prestazione del giovane centravanti Volpe e dei coriacei difensori centrali non è bastata ai laziali per arginare la corsa dell'unica squadra imbattuta d'Italia, giunta adesso alla decima vittoria consecutiva. Il record per la Serie C appartiene al Cittadella, giunto ad 11 nel 2016. Oggi la Reggina è sembrata più "umana", rispetto a questi numeri da robot. Domenica se non sarà esodo a Lentini, poco ci mancherà.

REGGINA-VITERBESE 1-0

Rete: 86' rig. Denis (R).

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo, Bianchi (46' Sounas), De Rose, Rolando (83' Paolucci); Bellomo (67' Rivas); Reginaldo (46' Denis), Corazza (67' Doumbia). A disposizione: Farroni, Geria, Blondett, Gasparetto, Rubin, Mastour, Salandria. Allenatore: Toscano.

Viterbese (3-4-2-1): Vitali; Atanasov, Markic, Baschirotto; De Giorgi, Besea, De Falco (72' Bensaja), Urso (56' Bianchi); Pacilli (72' Culina), Bezziccheri (72' Sibilia); Volpe. A disposizione: Pini, Antezza, Milillo, Molinaro, Simonelli. Allenatore: Calabro.

Arbitro: Daniele Perenzoni di Rovereto (Dario Gregorio e Giovanni Mittica di Bari).

Note - Spettatori 9 491, di cui 17 ospiti. Ammoniti: Bezziccheri (V), Besea (V), De Falco (V), Atanasov (V), Garufo (R), Volpe (V), Sounas (R), Loiacono (R). Calci d'angolo: 10-3. Recupero: 5'st.