Klaus Davi: al convegno nazionale ANBI cita Calabria e strada di Polsi

Non scema mai l'attenzione di Klaus Davi per la Calabria, anche nei contesti più autorevoli. In occasione del convegno ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche Irrigazioni Miglioramenti Fondiari) "L'urgenza dell'Italia è trasformare l'emergenza in opportunità", dove Klaus era coinvolto in veste di moderatore, alla presenza di importanti esponenti del governo come Salvatore Margiotta (Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), Roberto Morassut (Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Ambiente), Giuseppe L'Abbate (Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali), Giampaolo Vallardi (Presidente della Commissione Agricoltura del Senato), Giuseppe Blasi (Capo Dipartimento MIPAAF), Fabrizio Curcio (Capo Dipartimento Casa Italia), Angelica Catalano (Direttore Generale Ufficio Dighe MIT) e altri big come Massimiliano Giansanti (Presidente Confagricoltura), Luca Bianchi (Direttore Generale Svimez), Francesco Vincenzi (Presidente ANBI) e Giovanni Daghetta (Giunta Nazionale CIA), Klaus Davi si è speso nuovamente per la Calabria, Reggio e la Strada di Polsi, spalleggiato proprio da Luca Bianchi dello Svimez. In un intervento, infatti, ha detto: "Per la strada che porta al Santuario siamo ancora fermi, dopo due anni, alla gara per la progettazione. Così non si rilancia un territorio". E ancora: "La Calabria ha bisogno di interventi rapidi, senza questo non ci sarà nessuna ripartenza".