Il ministro De Micheli: “Stiamo lavorando a piano aeroporti per tutta la Calabria”

de micheli paola"Stiamo lavorando su tre infrastrutture fondamentali di questo territorio": lo ha detto il ministro dei Trasporti Paola De Micheli questo pomeriggio a Crotone per una manifestazione a sostegno del candidato governatore del centrosinistra alle elezioni regionali del 26 gennaio, Pippo Callipo. "Sul tema aeroporto - ha specificato il ministro - stiamo ragionando sulla continuita' territoriale con l'Unione europea e aspettiamo risposte che ci auguriamo essere positive perche' l'aeroporto di Crotone e quello di Reggio Calabria hanno bisogno di queste risposte. In secondo luogo andiamo avanti a spron battuto sul tema della strada statale 106 ionica con un programma temporale che vede prima di tutto l'apertura del terzo megalotto, ma sulla 106 ionica nei prossimi tre anni dobbiamo avere almeno i cantieri tutti aperti. E poi la parte ferroviaria, che per me e' quella piu' strategica in assoluto, anche sul fronte turistico. E' in corso l'upgrade tecnologico da Melito, che quindi non taglia piu' fuori quest'area, che ha un investimento da parte di Rfi di 397 milioni. Inoltre - ha concluso De Micheli - il 30 gennaio mandero' in conferenza unificata le risorse per le strade provinciali: sono oltre 40 milioni di euro per tutta la Calabria e 4 milioni per questa provincia. Sono risorse che saranno disponibili in termini di competenza e di cassa per i prossimi due o tre anni"

Il ministro ha poi specificato: "Stiamo lavorando su un piano degli aeroporti per tutta la Calabria. Per quanto riguarda lo scalo di Crotone da troppo tempo ha bisogno di essere valorizzato e trasformato in una infrastruttura strategica sia per le attivita' produttive che turistiche. Con il piano avremo possibilita' di ottenere finanziamenti per valorizzare gli scali al di la' sei soli bisogni di mobilita' del territorio. Dobbiamo ridurre le disuguaglianze - ha aggiunto il ministro - che caratterizzano questa terra. Stiamo anche discutendo con l'Europa per la continuita' territoriale in modo che possa essere messa a servizio di questo territorio per avvicinarlo al resto d'Italia ed in specifico agli aeroporti di Roma e di Milano. Sto aspettando anche una risposta dell'Unione europea per la continuita' territoriale e mi muovero' nel quadro che sara' definito dall'Unione europea". "Appena rientrero' a Roma, domani - ha aggiunto il ministro De Micheli - firmero' il decreto per gli oneri di servizio per l'aeroporto di Crotone".

"SALVINI NON HA FATTO NIENTE PER LA CALABRIA"- "Io non temo chi quando ha avuto responsabilita' di governo non ha fatto nulla per la Calabria. Cosa ha fatto Salvini? Niente niente niente". Lo ha detto Paola De Micheli, ministro delle Infrastrutture e dei trasporti e vice segretario del Pd parlando con i giornalisti a Crotone. "Noi siamo da poco al governo - ha aggiunto De Micheli - facciamo errori ma siamo venuti qui, io e' il Pd, a dire cose concrete che stiamo facendo o che faremo tra qualche settimana. Io tra saro' qui a marzo per dare il via al megalotto della statale 106 e se Callipo Sara presidente io discutero' con lui di eventuali modifiche al progetto sulla Statale 106. Noi siamo gente che fa i fatti. Io vedo che Salvini e' preoccupato e debole, cosi' preoccupato che usa parole di odio nei nostri confronti. Noi non ne abbiamo bisogno perche' parliamo poco e facciamo tanto"

IL SOSTEGNO A CALLIPO- "Callipo rappresenta per la sua vita, per come fa l'imprenditore, per come le persone lavorano con lui e lui lavora con le persone, la storia migliore di questa terra, la capacita' dei calabresi di vincere sui mercati internazionali". Lo ha detto il ministro dei Trasporti Paola De Micheli a Crotone parlando del candidato a governatore della Calabria Pippo Callipo. "E' un simbolo di quanto voi siate lavoratrori, lavoratrici, capaci di impegnarvi e dedicarvi alla causa. Pippo Callipo e' anche il punto di sintesi della grande operazione di rinnovamento del Pd e del centrosinistra calabrese. Un Pd che sui territori ha fatto una scelta coraggiosa e di questo ringrazio il commissario Graziano. Poi Pippo Callipo - ha rivelato il ministro - e' un mio amico al di la' della politica. Siamo diventati amici per questioni sportive perche' io ero la presidente della Lega Pallavolo e lui presidente di un'importante squadra. Anche sul piano dei rapporti umani Callipo ha un di piu' che oggi nella politica e' davvero importante".