Guardia di Finanza: scoperti in Calabria 296 evasori fiscali, 51 arresti per corruzione

guardiadifinanzaScoperti 296 evasori totali ed accertata una base imponibile di circa 865 milioni di euro; denunciati oltre 393 pubblici ufficiali, arrestate 51 persone ed accertate condotte corruttive, concussive e di peculato per 10 milioni di euro e appalti "truccati" per 143 milioni di euro; sequestrati beni per 1,29 miliardi di euro e confiscati 217 milioni alla criminalita' organizzata; 45 tonnellate di stupefacenti sequestrate ai narcotrafficanti. Sono questi alcuni dei risultati ottenuti dalla Guardia di finanza in Calabria nel periodo compreso tra il primo gennaio 2018 al 31 maggio 2019. Ad illustrare l'attivita' del Corpo e' stato il comandante regionale Fabio Contini nel corso della cerimonia che si e' svolta a Catanzaro in occasione del 245mo anniversario della fondazione della Guardia di finanza. Analoghe iniziative si sono svolte nei vari comandi provinciali. Nel contrasto all'elusione ed alle frodi fiscali, la finanza ha accertato una base imponibile sottratta a tassazione pari ad 1.292 milioni a cui corrisponde un'imposta sui redditi evasa pari ad 334 milioni nonche' Iva e ritenute fiscali per complessivi ? 164 milioni. Significativi i risultati ottenuti nel settore del "sommerso da lavoro": scoperti 1.164 tra "lavoratori in nero e/o irregolari" e denunciati 353 datori di lavoro per utilizzo di manodopera irregolare. In tema di contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica sono stati scoperti casi di illegittima percezione e richiesta di finanziamenti (pubblici, comunitari e nazionali) per complessivi 60 milioni di euro a fronte dei quali sono state denunciate 632 persone.

Eseguiti provvedimenti cautelari reali per 17,3 milioni di euro ed avanzate proposte di sequestro per ulteriori 5,7 milioni di euro. Sono stati individuati appalti pubblici irregolari per 143 milioni di euro e segnalate all'Aautorita' giudiziaria 254 persone, 47 delle quali in stato di arresto. In materia di spesa sanitaria e' stata accertata una frode di oltre 27,7 milioni di euro. Sul fronte della lotta alla criminalita' economico-finanziaria, la Guardia di finanza ha effettuato in Calabria 194 accertamenti economico-patrimoniali a carico di condannati ed indiziati di appartenente ad associazioni mafiose e loro prestanome, che hanno riguardato complessivamente 2.293 soggetti con il sequestro di beni per 1,3 miliardi di euro e la confisca di beni per 217 milioni. Proposti all'Autorita' giudiziaria ulteriori sequestri di beni per 1,7 miliardi di euro. In materia di riciclaggio sono state denunciate 118 persone, di cui 14 arrestate, ed e' stato accertato un reimpiego di denaro "sporco" per oltre 20,5 milioni. Sequestrati beni per 27,5 milioni di euro ed avanzate proposte cautelari reali per ulteriori 13,5 milioni di euro. Inoltre sono state denunciate 35 persone per autoriciclaggio su una somma totale di 17,5 milioni, eseguiti sequestri per 42,5 milioni ed avanzate proposte cautelari per ulteriori 13 milioni di euro. Denunciate poi 26 persone per usura. Sul fronte reati societari sono state denunciate 42 persone e sequestrati beni per 12,7 milioni mentre in materia di reati fallimentari, 354 sono state le persone denunciate, 11 quelle arrestate. Un'attenzione specifica, ha poi ricordato il gen. Contini, e' stata rivolta alla prevenzione e al contrasto del finanziamento del terrorismo con gli approfondimenti di segnalazioni di operazioni sospette riconducibili allo specifico fenomeno e l'esecuzione di ispezioni e controlli antiriciclaggio e antiterrorismo, come ad esempio i cosiddetti Money Transfer. In tale ambito sono stati eseguiti 200 controlli all'esito dei quali sono state denunciate 105 persone. Il dispositivo aeronavale della Guardia di finanza del Comando regionale Calabria, nel 2018 e nei primi 5 mesi del 2019, ha effettuato complessivamente 351 missioni aeree per un totale di 532 ore di volo, mentre dai mezzi navali sono state intraprese 1.946 missioni pari a 13.058 ore di moto. I mezzi aerei hanno permesso di individuare 8 piantagioni di marijuana (per un totale di 11.184 piante). Gli equipaggi navali, a fronte di 39 arrivi, hanno soccorso 2.392 migranti, arrestato 45 scafisti e sequestrato 26 natanti. In materia di stupefacenti i reparti calabresi delle Fiamme gialle hanno arrestato 132 persone e sequestrato circa 45,5 tonnellate tra cocaina e marijuana.