Lsu-Lpu, la promessa del Ministero del Lavoro: “Proroga delle attività fino al 31 dicembre”

lsulpuSi è concluso il tavolo tecnico convocato dal ministro del Lavoro, Luigi Di Maio per la vertenza Lsu Calabria. I tecnici del dicastero hanno assunto l'impegno a trovare un veicolo normativo dove inserire la proroga al 31 dicembre delle attività così come richiesto dai lavoratori. "Inoltre - spiega il ministero - si è concordato di riconvocare il tavolo il prossimo 5 giugno per continuare l'interlocuzione tecnica e per affrontare le ulteriori questioni aperte. La presenza al tavolo di un rappresentante del ministero della Funzione pubblica ha consentito un dibattito a 360 gradi visto che molti quesiti sono riferibili a materie della P.a.".

"L'incontro presso il Ministero del Lavoro che ha visto per la CGIL la presenza di una folta delegazione confederale e categoriale Cgil Nazionale, Cgil Calabria, Funzione Pubblica Nazionale e Regionale, NIdil regionale, ha avuto carattere tecnico ed ha dato delle prime indicazioni positive in merito ad alcune questioni sollevate, che richiedono in ogni caso il coinvolgimento della parte politica per la prerogative di propria competenza.

Il carattere interlocutorio della riunione ha comunque visto la calendarizzazione di un prossimo incontro fissato per il 5 giugno prossimo, ed ha registrato le rivendicazioni della Cgil

che richiedono in ogni caso la presentazione da parte dei Ministeri interessati di specifici emendamenti in riferimenti a:

a) Proroga al 31 dicembre dei contratti in scadenza al 31 ottobre 2019, anche in funzione dei ritardi del governo in merito all'emanazione della normativa di accompagno alla pricedura di stabilizzazione, prevista dalla legge di Bilancio 2019.

b) Possibilità di destinare congrue risorse ad un Piano di fuoriuscita volontaria dei lavoratori in carico al Fondo Nazionale per l'Occupazione.

c) possibilità di riallocazione territoriale dei lavoratori da stabilizzare, anche in Comuni ed Enti che attualmente non hanno a carico ex Lsu/Lpu.

Resta da definire il percorso del confronto politico per tutto quanto attiene eventuali disposizioni normative in merito alle indispensabili deroghe assunzionali ed alle relative risorse aggiuntive.

Per questi motivi resta confermato il Sit-in previsto a Cosenza per il prossimo 22 giugno in occasione della presenza del ministro Di Maio". Lo affermano le segreterie di Cgil Calabria, Nidil Cgil Calabria e Funzione Pubblica Cgil Calabria.

Creato Lunedì, 20 Maggio 2019 18:38